Una notte ai Musei Vaticani


Anche quest’anno, dal 9/04/2010 al 29/10/2010, è stato possibile visitare i Musei Vaticani dopo il tramonto e si dovrà riattendere la bella stagione estiva per poter ammirare i grandi capolavori al chiaro di luna.
Il visitatore può usufruire di un percorso tipo in cui sono incluse le Gallerie Superiori dei Musei Vaticani (Candelabri, Arazzi e Carte Geografiche), le Stanze di Raffaello e la Cappella Sistina.  Nelle aperture notturne del venerdì non solo si possono scoprire in orari non caotici le meraviglie presenti ad esempio nella Cappella Sistina, assistere al tramonto sulla Basilica di San Pietro e sui giardini Vaticani, ma si può partecipare anche a vari spettacoli di teatro, musica e danza.  Gli spettacoli sono fruibili pagando il normale biglietto di ingresso ai Musei. Obbligatoria la prenotazione tramite il sito www.museivaticani.va.

Read more »

Perché non apri un blog anche tu?


E perché no? Un blog è un sito internet, uno spazio per la riflessione condivisa, facile da aggiornare anche senza una qualche familiarità con il linguaggio di programmazione HTML, generalmente gestito da una persona o da un ente, in cui l’autore (blogger) pubblica più o meno periodicamente, come in una sorta di diario personale online, i propri pensieri, opinioni, riflessioni, considerazioni ed altro, associati, eventualmente, ad immagini o video. Il termine è una contrazione di weblog: web sta naturalmente per web, e log significa diario (il logbook è il giornale di bordo in terminologia nautica). I primi blog sono nati negli Stati Uniti nel 1997, mentre in Italia si sono diffusi a macchia d’olio dal 2002.  Read more »

Siamo tutti sotto scopa

Giochi “intelligenti” per adulti. Noi Italiani siamo troppo seri: giochiamo poco. Il gioco è, invece, un momento importante per ogni persona, giocavamo da piccoli per divertirci e sviluppare più velocemente le nostre capacità, giochiamo da grandi per rilassarci e liberare la mente.


La scopa è un popolare gioco di carte italiano. Si gioca con un mazzo di 40 carte divise in quattro semi (bastoni, coppe, denari, spade,) e le carte hanno valore asso, 2, 3, 4, 5, 6, 7, fante, donna (o cavallo) e re.
Come si gioca
All’inizio della partita si procede a definire, in maniera casuale, il mazziere della prima mano, ovvero colui che distribuirà le carte. Prima di distribuire le carte, il mazziere fa “tagliare” il mazzo dal giocatore alla propria sinistra. A questo punto vengono distribuite in senso antiorario tre carte coperte a ciascun giocatore e successivamente vengono posate quattro carte scoperte sul tavolo da gioco.

Read more »

Barzellette e foto strane


-Una signora di Napoli:
-“Ho 10 figli; si chiamano tutti Gennarino.”
-“E come fai a distinguerli?”
-“Li chiamo per cognome!”


Read more »