FUORI – Quadriennale d’arte 2020


L’intervento è andato bene…ho iniziato la riabilitazione e sono andato a visitare la mostra “La Quadriennale d’arte 2020 – FUORI” di arte italiana contemporanea a Palazzo delle Esposizioni, Roma, che – con oltre 350 opere d’arte diffuse sui quasi 4000 metri quadrati di superfice espositiva – propone un viaggio unico e indimenticabile tra opere dagli anni Sessanta a oggi.

>Continua…

Eremo di San Girolamo e Monte Fogliano


Avendo programmato un intervento chirurgico, in prossimità della data prevista, invece di farmi prendere dall’ansia, ho sfruttato un giorno precedente il ricovero per visitare con un’escursione di qualche ora un luogo davvero magico del nostro territorio, situato lungo la via Francigena, tra San Martino al Cimino e Vetralla: l’eremo di San Girolamo.

>Continua…

Milano dedica una targa ad Enzo Tortora (1928-1988)


A 33 anni di distanza dalla sua morte, Milano dedica una targa al celebre conduttore televisivo Enzo Tortora, nella casa dove visse in via dei Piatti 8. Sulla targa sono state riportate le seguenti parole: “Uomo integerrimo e di cultura, ingiustamente arrestato e condannato quale camorrista…condusse fino all’ultimo respiro la battaglia per la giustizia giusta in Italia“.

>Continua…

83ª Mostra delle azalee capitoline a Piazza di Spagna


Oggi una breve passeggiata a Piazza di Spagna per ammirare il ritorno delle azalee, una tradizione che si ripete ormai da oltre 80 anni per poi assistere presso la Fontana dell’Acqua Paola al Gianicolo all’installazione Roma, Regina Aquarum, un progetto di illuminazione architetturale che ripercorre attraverso un racconto sonoro la storia delle acque di Roma.

>Continua…

Il Borgo Fantasma di Celleno (VT) – Capra tra i ruderi

Tra un lockdown e l’altro si è accentuato il fenomeno di fare brevi visite nei tanti borghi del Belpaese per sfuggire allo stress delle grandi città e per scoprire il patrimonio culturale che si cela anche nei centri con meno di 5.000 abitanti che nel territorio nazionale sono 5.509 (pari al 70% del numero totale dei comuni italiani). Nei borghi la vita è più sana, a contatto con la natura. Molti li hanno scelti anche per farli rivivere, grazie a progetti di ripopolazione come l’acquisto di una casa ad un euro.

>Continua…

Pagina successiva »