Necropoli dei Monterozzi di Tarquinia


Io e mia moglie Carla -nel bel mezzo della prima settimana di settembre- siamo andati alla scoperta della Necropoli dei Monterozzi, cimitero etrusco patrimonio dell’UNESCO, con tombe dipinte uniche al mondo, di pregevole fattura artistica ed architettonica, che ci raccontano molto del mondo dei morti (ed anche dei vivi) delle popolazioni che qui vivevano 3500 anni fa. Le tombe dipinte ci narrano della vita degli Etruschi e della loro concezione dell’oltretomba dove emerge la convinzione che la vita possa continuare anche dopo la morte.
Questo è il post con le sensazioni e le informazioni del viaggio, suddiviso per motivi tecnici in due parti.
Read more »

Il tramonto dalla spiaggia della Giannella


Nell’ultimo weekend di luglio abbiamo preferito il sole nostrano piuttosto che macinare chilometri e affrontare un lungo viaggio per chissadove.
Read more »

Parco Villa Gregoriana a Tivoli


Dista appena 5 minuti a piedi dalla stazione di Tivoli, non lontano quindi dal centro cittadino, eppure Villa Gregoriana permette di immergersi in un favoloso contesto naturale. Gli scorci, più o meno romantici, sono incredibili. La grande cascata si vede da due punti meravigliosi, sia dall’alto che a metà percorso dove l’acqua ti arriva addosso che è un piacere, soprattutto nelle calde giornate assolate come quella dello scorso 25 aprile data della gita.

Read more »

Istanbul, la finestra sul Bosforo


Perché andare a Istanbul? Istanbul è la città ideale per passare due o tre giorni fuori casa, giorni che vi faranno entrare per qualche attimo, in un mondo completamente diverso, a metà tra l’esotico e il mediorientale. Istanbul è la più moderna delle metropoli antiche e, in particolare, rappresenta bene l’essenza della Turchia: un luogo dove tradizione e modernità, moschee e arte contemporanea, cocktail e succo di melograno convivono e, a volte, si fondono sulle rive del Bosforo.

Read more »

Siena in un giorno

Siena (53.973 abitanti; 455 ab. /km² e 322 m s.l.m.) si trova nella Toscana centrale al centro di un vasto paesaggio collinare, tra le valli dei fiumi Arbia a sud, Merse a sud-ovest ed Elsa a nord, tra le colline del Chianti a nord-est, la Montagnola ad ovest e le Crete senesi a sud-est; è universalmente conosciuta per il suo ingente patrimonio storico, artistico, paesaggistico e per la sua sostanziale unità stilistica dell’arredo urbano medievale, nonché per il celebre Palio, una corsa equestre di origine medievale durante la quale le contrade cittadine si sfidano grazie al loro miglior cavallo e miglior fantino. Questo è il post con le sensazioni del viaggio, suddiviso per motivi tecnici in due parti.

Read more »

Pagina successiva »