Milano dedica una targa ad Enzo Tortora (1928-1988)


A 33 anni di distanza dalla sua morte, Milano dedica una targa al celebre conduttore televisivo Enzo Tortora, nella casa dove visse in via dei Piatti 8. Sulla targa sono state riportate le seguenti parole: “Uomo integerrimo e di cultura, ingiustamente arrestato e condannato quale camorrista…condusse fino all’ultimo respiro la battaglia per la giustizia giusta in Italia“.

Read more »

A Centocinquant’anni da Roma Capitale

Legge 3 febbraio 1871, n. 33 “Pel trasferimento della Capitale del Regno da Firenze (dal 1865 era la Capitale d’Italia, succeduta a Torino) a Roma” e in quest’anno che ci sono anche le votazioni per il Comune di Roma, l’obiettivo di questo post è quello di poter individuare i temi della discussione della prossima campagna elettorale, con l’auspicio e la speranza che sia l‘ultima campagna per un Comune assolutamente speciale, che finalmente, dopo venti anni, riesca a trovare la sua dimensione di Capitale della Repubblica, così come previsto dall‘articolo 114, comma 3 della Costituzione -così come modificato dalla legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3- che recita “Roma è la capitale della Repubblica. La legge dello Stato disciplina il suo ordinamento”, con l’obiettivo di rinnovarne l’ordinamento e di lanciarla in un progetto di sviluppo che punti ai prossimi trent’anni.

Read more »

Banksy e il potere dell’invisibilità

L’invisibilità, la scelta di distruggere le icone pop, le collaborazioni con gli altri artisti, l’impegno senza bandiere politiche. Oltre il muro da cui nasce l’opera di Banksy, lo spazio Cinquecentesco del Chiostro del Bramante (via della Pace) a Roma ospita fino all’11 aprile ”Banksy, a visual protest”, una mostra posticipata a causa dell’emergenza sanitaria aperta al pubblico con nuove modalità di visita: prenotazioni solo online e piccoli gruppi distanziati ogni 15 minuti ma libertà di circolazione all’interno dello spazio espositivo per non limitare la liberà di godere delle opere nei tempi desiderati.

Read more »

Nocchie e nocchieti


Posso dire di essere cresciuto in mezzo ai noccioli e alle nocciole (nocchie in dialetto carbugnanese), come del resto nel mio paese di Carbognano molti altri della mia generazione. Tutta la mia infanzia e parte della giovinezza hanno avuto a che fare con questa pianta e i suoi frutti o meglio con il reddito aggiuntivo che in famiglia si poteva ricavare dalla loro vendita.

Read more »

Ce piace o’ presepe?


A me il presepe piace, tiene viva la nostra innocenza. Quando a casa, guardate il presepe con i vostri familiari, lasciatevi attirare dalla tenerezza del Bambino Gesù, nato povero e fragile in mezzo a noi, per darci il suo amore.

Read more »

Pagina successiva »