La nocciola gentile romana è DOP

nocciole-laziali2
Reg. (CE) 22 luglio 2009, n. 667/2009 (1) (2).
REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE recante iscrizione di una denominazione nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette [Nocciola Romana (DOP)].
———————————————————————
(1) Pubblicato nella G.U.U.E. 25 luglio 2009, n. L 194.
(2) Il presente regolamento è entrato in vigore il 14 agosto 2009.
———————————————————————
LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,
visto il trattato che istituisce la Comunità europea,
visto il regolamento (CE) n. 510/2006 del Consiglio, del 20 marzo 2006, relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni d’origine dei prodotti agricoli e alimentari , in particolare l’articolo 7, paragrafo 4,
considerando quanto segue:
(1) A norma dell’articolo 6, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 510/2006, la domanda di registrazione della denominazione «Nocciola Romana», presentata dall’Italia, è stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea (3).
(2) Poiché alla Commissione non è stata notificata alcuna dichiarazione di opposizione ai sensi dell’articolo 7 del regolamento (CE) n. 510/2006, detta denominazione deve essere registrata,
HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:
———————————————————————
(3) GU C 308 del 3.12.2008, pag. 19.
———————————————————————
Articolo 1
La denominazione che figura nell’allegato del presente regolamento è registrata.
Articolo 2
Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.
Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.
Fatto a Bruxelles, il 22 luglio 2009.
Per la Commissione
Mariann FISCHER BOEL
Membro della Commissione
———————————————————————
Allegato
Prodotti agricoli destinati al consumo umano elencati nell’allegato I del trattato:
Classe 1.6.: Ortofrutticoli e cereali, allo stato naturale o trasformati
ITALIA
Nocciola Romana (DOP)
pometo-nocciole
“L’iscrizione della DOP “Nocciola Romana” nel registro delle Denominazioni d’origine protette e delle Indicazioni geografiche protette, i marchi che tutelano la garanzia di genuinità dei prodotti, è un ulteriore riconoscimento per l’Italia, che con 181 prodotti tutelati mantiene il primato europeo della qualità. Si tratta anche di un passo importante per promuovere e valorizzare sui mercati nazionali ed internazionali una produzione che nel Lazio interessa ben 4.500 aziende che producono tra i 400 e i 450mila quintali all’anno di nocciole, con un fatturato di 42 milioni di euro”. Questo ha detto il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia in merito all’iscrizione della DOP “Nocciola Romana” nel registro delle DOP e delle IGP, avvenuta con il sopra riportato Regolamento CE.
nocciole3
La nocciola è il frutto del nocciòlo, pianta coltivata dall’uomo già nell’antichità. Frutto molto ricco di vitamina E e fonte di fitosteroli, sostanza ritenuta importante per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Le nocciole contengono, inoltre, grassi monoinsaturi in grado di abbassare il livello del colesterolo LDL e dei trigliceridi.
La produzione della DOP “Nocciola Romana” interessa alcuni comuni di Viterbo e Roma, dove fin dal 1412 questa coltura è stata oggetto di un paziente e tenace lavoro da parte dei coltivatori, che nel corso dei secoli hanno svolto un ruolo importante nel creare un prodotto dalle elevate caratteristiche qualitative.
Tessitura compatta e croccante, senza vuoti interni, con sapore e aroma finissimo e persistente: sono queste alcune peculiarità della DOP, a cui sono legate numerose sagre paesane e molteplici ricette tipiche, a dimostrazione dell’importanza che questa coltura riveste nell’economia locale. Nella zona delimitata della DOP si è infatti concentrato uno dei principali poli di produzione e commercializzazione italiana di nocciole.  Il seme, privato del suo guscio, viene consumato fresco, essiccato oppure tostato. Può essere utilizzato sia intero che tritato ed è adatto alla preparazione di torte, biscotti, gelati, creme e anche liquori. Ora chi acquisterà la Nocciola Romana saprà che quello è il top del top che si possa trovare sul mercato.
Nocciole1
Comuni produttori
Provincia di Viterbo
Barbarano Romano, Bassano in Teverina, Bassano Romano, Blera, Bomarzo, Calcata, Canepina, Capranica, Caprarola, Carbognano, Castel Sant’Elia, Civita Castellana, Corchiano, Fabrica di Roma, Faleria, Gallese, Monterosi, Oriolo Romano, Ronciglione, Soriano nel Cimino, Sutri, Vallerano, Vasanello, Vejano, Vetralla, Vignanello, Villa San Giovanni in Tuscia, Vitorchiano, Viterbo
Provincia di Roma
Bracciano, Canale Monterano, Manziana, Trevignano
nocchie2
Con circa 18mila ettari di piantagioni e una quantita’ annua di 40 mila tonnellate, pari al 5% di quella mondiale, la provincia di Viterbo, a partire dagli anni Novanta, ha conquistato il primato nazionale della produzione di nocciole. La coltivazione nella provincia laziale e’ estesa in 33 comuni (in 15 dei quali rappresenta la principale attività agricola) e coinvolge quasi 9 mila famiglie.
In Italia la superficie destinata alla produzione di nocciole è concentrata principalmente in 4 regioni: Piemonte, Lazio, Campania e Sicilia. Le province che tradizionalmente si dedicano al settore sono Cuneo, Viterbo, Roma, Avellino, Napoli e Messina.
Nel mondo: la Turchia, con circa 523 mila tonnellate annue, copre il 71% della produzione mondiale. Seguita dall’Italia con 115 mila, gli Stati Uniti, 30 mila, la Spagna, 21 mila, l’Iran, 12 mila. Il prodotto viene quasi esclusivamente venduto sgusciato e destinato, per almeno il 70% dell’intera produzione mondiale, all’esportazione. I principali acquirenti internazionali sono le industrie dolciarie.
Il filmato mostra la raccolta delle nocciole effettuata con una raccoglitrice semovente in località Campolietto nel comune di Vignanello il giorno 4 settembre 2007.

Nocchie a Campolietto 2008 (Vignanello – Italy)

Dal noccioleto alle confezioni

Sagra della nocciola di Caprarola

Anno 1952 – Sagra delle nocchie a Caprarola cliccare qui

3 Comments so far

  1. mario forconi on Ottobre 9th, 2009

    bravo Gastone un saluto a tutti

  2. giovanni on Febbraio 18th, 2011

    spett.le Gastone Mariotti
    con questa mail vogliamo avvisarla che il blog turchiamoderna@myblog.it dirama giornalmente l’andamento delle borse turche delle nocciole, il meteo nelle principali città turche ed europee corilicole e articoli penta-lingue sulle nocciole in generale. Oggi abbiamo parlato della Bulgaria, dopo aver comunicato la consistenza dei terreni sviluppati a nocciola della Georgia, Azerbaigian, Armenia e Ucraina. Nei prossimi giorni parleremo delle nocciole del Cile e della Cina.
    La ringrazia dell’attenzione,
    turchiamoderna

  3. […] Per vedere anche il mio precedente post del 12 settembre 2009 cliccare il seguente link: http://www.gastonemariotti.com/2009/09/12/la-nocciola-gentile-romana-e-dop/#more-3113 […]

Lascia un commento