Il gioco del Go (碁)…pietra su pietra

Ko: dal Go all’eternità. La parola “ko” proviene dal pensiero buddista e significa un periodo di tempo enorme, vicino all’eternità. Nel Go si riferisce ad una situazione di cattura a vicenda già illustrata nel dia. 7 che qui per comodità riporto.

fig17

Nel dia. 17A il nero può catturare una pietra in ‘a’ col risultato dato dal dia. 17B. Se il bianco ricatturasse subito in ‘b’ la pietra nera appena giocata, si tornerebbe al dia. 17A, che porterebbe di nuovo a 17B e così via all’infinito. Per impedire che la partita finisca in questo vicolo cieco di ripetizione eterna, la regola di ko stabilisce che una mossa che ricrea una situazione precedente è illegale. Beninteso, con “situazione” s’intende lo stato di cose su tutto il Go-ban.

Presumiamo, per esempio, che nel ko del dia. 17 sia il nero a fare la prima cattura. La regola vieta al bianco di ricatturare subito perchè ciò riporterebbe alla situazione immediatamente precedente. se il bianco vuole “riprendere il ko”, allora, deve prima giocare altrove. Di preferenza cercherà un punto dove può minacciare un gruppo del nero, obbligandolo così a rispondere e impedendogli in pratica di “chiudere” il ko.  La posizione sul Go-ban viene in tal modo modificata e dopo la risposta del nero alla “minaccia ko” il bianco è libero di riprendere il ko (effettuando cioè la cattura in ‘b’ nel dia. 17B). Ora tocca al nero. Egli, se vuole continuare questa “battaglia ko”, deve a sua volta minacciare da qualche parte il bianco.

Finisce quando uno dei giocatori non riesce più a trovare una minaccia sufficientemente grossa da costringere l’avversario a rispondere. Questi chiude invece il ko, mettendo così fine alla serie di catture (dia. 18).

fig18Nel dia. 19 sono rappresentati un ko nel centro (A), nell’angolo (B) e le due forme possibili di ko sul bordo (C e D).

fig19  Sarà utile spiegare che nel caso B il nero effettua la cattura di Δ in ‘x’. Il bianco ricatturerà (dopo la risposta del nero ad una sua minaccia ko!) giocando di nuovo in Δ. E’ evidente dal diagramma poi, che una battaglia ko comporta sempre la cattura di una sola pietra alla volta. Questo viene chiarito nel diagramma seguente.

fig20

Nel dia. 20A il nero può catturare due pietre in ‘a’, come si vede nel dia. 20B.  Domanda: può il bianco ricatturare subito in ‘b’ oppure ne è impedito dalla regola di ko? Risposta: il bianco può ricatturare subito dato che, come dimostra il dia. 20C, questa cattura non ricrea la situazione precedente, cioè non comporta una ripetizione del dia. 20A.

La questione se iniziare o no una battaglia ko può comportare delle considerazioni tattiche e strategiche assai complesse. Difatti, molti evitano i ko per non dover affrontare il compito a volte arduo di valutare tutte le minacce disponibili a ciascun giocatore, calcolo necessario per capire chi avrà il vantaggio nella battaglia stessa. Bisogna comunque far notare che anche se si tratta di catturare una sola pietra alla volta, vincere o perdere una battaglia ko può essere una questione di vita o morte per gruppi interi di pietre (e relativo territorio).

Occhi falsi. L’occhio ‘x’ nel dia. 21A è falso perché perchè la pietra Δ è catturabile. Per difenderla il bianco è costretto a chiudere l’occhio (dia. 21B).

fig21

Bisogna quindi stare attenti a non scambiare occhi falsi per quelli veri. Il caso appena esposto assomiglia a tutti gli effetti ad un ko che prima o poi verrà chiuso (vedere dia. 18). Vediamo quindi un secondo caso, che non si presenta come ko.

fig22

Nel dia. 22A il gruppo nero sembra vivo con due occhi ma in realtà il gruppo è morto perchè l’occhio ‘a’ è falso. Il bianco, cioè può catturare tre pietre giocando in ‘a’ (vedi dia. 22B). Se la pietra bianca Δ in dia 22A fosse nera, il gruppo avrebbe due occhi veri e sarebbe vivo (dia. 22C). Naturalmente, una mossa nera in ‘a’ nel dia. 22A sarebbe inutile perchè il gruppo rimarrebbe sempre con un occhio solo. Questa situazione è molto importante e va ben studiata.

Riassumendo, allora, un occhio è falso quando anche una sola delle pietre che lo definisce è catturabile. Difendere in tal caso significa ovviamente “riempire” l’occhio, il quale è quindi destinato fatalmente a scomparire, o per cattura o per chiusura.

Il dia. 23 presenta tre gruppi che potrebbero facilmente apparire in una partita. Serviranno ad illustrare ulteriormente alcuni elementi del gioco e in particolare vita e morte, ko e occhi falsi.

fig23

Esaminiamo separatamente le tre formazioni A, B e C. Nel dia. 24 abbiamo l’esempio di un gruppo che vive e muore secondo quale dei due giocatori vince una battaglia ko.

fig24

Guardando cioè il dia. 24A è evidente che il nero può dare due occhi al suo gruppo con una mossa in ‘a’. Ma se tocca invece al bianco egli può catturare una pietra in ‘a’ e minacciare così di uccidere tutto il gruppo con la cattura ulteriore in ‘b’ nel dia. 24B. (Questo ridurrebbe il gruppo, naturalmente, ad un occhio solo). Quindi, per salvarsi il nero deve riprendere il ko in ‘c’ e poi riuscire a chiuderlo (‘a’ nel dia. 24A). Ma prima, come stabilisce la regola di ko, deve giocare altrove. Esiste un punto dove il nero possa costringere l’avversario a rispondere impedendogli così di uccidere subito il suo gruppo?

Esiste infatti un’ottima minaccia ko contro il gruppo bianco B del dia. 23, come si vede nel diagramma seguente.

fig25-26

Però, rispetto al gruppo nero A in dia 23 questo gruppo è di valore minore sia come punti di territorio sia come numero di pietre (eventuali prigionieri). Quindi il nero potrebbe anche sacrificare questo gruppo, cioè tralasciare di rispondere in ‘b’ nel dia. 26 e chiudere invece il ko. Il bianco sarebbe ora libero di uccidere il gruppo C ma lascerebbe così l’iniziativa (sentè) al nero. Per questi motivi, se la minaccia contro il piccolo gruppo C fosse l’unica rimasta al bianco, egli potrebbe anche lasciar perdere la battaglia ko e prendere sentè giocando altrove. Un ultimo appunto sul dia. 24B: è importante notare che catturare tre pietre in ‘b’ non è l’unico modo per uccidere il gruppo nero. Basterebbe anche chiudere il ko in ‘c’, che renderebbe falso l’occhio in ‘b’ lasciando il nero con un occhio solo.

Tutto sommato, le regole del Go sono semplici, ma forse non è un gioco molto adatto a chi si paralizza di fronte alle decisioni.

Post diviso in piu parti: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

5 Comments so far

  1. Wenti on Luglio 11th, 2014

    Hmm, la secuencia es sente para negro, pero blcnao acaba con 7 puntos dentro, y posibilidad de empujar por uno en A6.Sf3lo con los 2 hanes, la secuencia sigue siendo sente para negro (a menos que quiera protejer uno de esos hanes), y blcnao acaba con 4 o 5 puntos dentro.Tambie9n hay una secuencia a estudiar, que es intercalar un sacrificio entre los 2 hanes: D1, A2, B1, C1, A5, B2

  2. Balaji on Febbraio 18th, 2015

    RANDOM =|Well, Here is a suggestion If you play the Electric Guitar, revmoe the plastic cover from the back of the body and have them sign that. Then take the plastic cover to a store that can laminate it. (((you would do this so the signature would not rub off))) PRACTICAL =)You could just purchase some of their movie memorabilia. {ex. movies, t-shirts, posters, coffee mugs ect },!(((IMPORTANT)))! If you take this route, i would recommend doing some research on what people would want that has their signature on it, Figure out what items being demanded, learn what is hot and what is not.I hope this helpsand most importantly have fun with it!

  3. Anna on Marzo 24th, 2015

    They didn’t have any of these in my size in the color I wanted when I was there for the 40% Red White Blue sale last week, but I am heeadd back this week to try some on. In the meantime, I bought some of their essential v-neck tees. I was really happy with the fabric it was soft and silky and draped nicely.I would LOVE to see a post on how to wear the oversized tees + tanks with maxi skirts and other types of skirts. I have problems making that transition.

  4. auto insurance quotes VT on Aprile 1st, 2015

    Some peoples bodies naturally absorb creatine better than others, if you do then it will not be as effective and you can get cramps and diarrhea ( this happened to 2 friends, no good effects-just bad). But it worked fine for me, no side effects. Basically its you body that decides whether it works or not, not the product. Make sure to follow the directions and drink lots of water so you dont get dehydrated. Also i used regular creatine monohydrate, cheap, tasteless, and available at gnc.

  5. Shilva on Aprile 23rd, 2015

    So sorry you don’t feel good. Hope you get better soon.I buy myeslf stuff like that all the time, but I usually ask the hubs if he likes it first. And since it’s our money, I can then tell people he bought it for me. TeeHeeNice that you get your hubby to do laundry, that’s one of the 2 things mine DOESN’T do laundry and cooking. But he does everything else, so no complaints here.

Lascia un commento